Radici in scatola

Radici in scatola

Il gioco che vi propongo ha come obiettivo quello di insegnare agli studenti a stimare il valore delle radici senza ricorrere alla calcolatrice o alle tavole.
Ritagliate le $80$ carte radice che trovate in Zona Matematica e preparate $5$ scatoline su ognuna delle quali metterete un’etichetta con un intervallo di valori: $\left[ 0,3 \right)$, $\left[3,6\right)$, $\left[6,9\right)$, $\left[9,12\right)$ e $\left[12,15\right]$. Formate quattro squadre (di tre o quattro studenti ciascuna) e chiedete a ogni squadra di scegliere il proprio nome e di nominare uno scrivano (che sarà l’unico membro della squadra dotato di carta e penna e autorizzato a scrivere) e un messaggero, che sarà l’unico membro della squadra autorizzato a muoversi per la classe.
Dopo aver posizionato le $5$ scatoline in punti diversi della classe, mescolate il mazzo delle carte radice e distribuitene $20$ a ogni squadra.
Al vostro via le squadre hanno $5$ minuti di tempo per depositare il massimo numero di carte radice nei contenitori corrispondenti. Per farlo, devono scegliere una delle carte radice tra quelle che sono state loro assegnate e identificare (senza utilizzare la calcolatrice) l’intervallo in cui si colloca il valore indicato sulla carta. A questo punto la carta radice viene affidata allo scrivano, che ci scrive sopra il nome della squadra e che poi la passa al messaggero, il quale corre a inserirla nella scatolina corrispondente. Durante ogni viaggio il messaggero potrà portare solamente una carta radice. Se per stimare il valore del numero contenuto nella carta radice servisse fare dei conti, è importante ricordare che l’unico che può scrivere (eventualmente sotto dettatura dei compagni di squadra) è lo scrivano. Una volta che il messaggero è partito, il resto della squadra può scegliere un’altra carta radice, cominciare a stimarne il valore e passarla allo scrivano in modo che, quando il messaggero ritorna, possa partire subito per un nuovo viaggio. Se, con l’arrivo della bella stagione, riuscite a organizzare il gioco in cortile invece che in classe, abbiate cura di posizionare le scatoline in angoli remoti e distanti tra loro.
Una volta scaduti i $5$ minuti si procede ad assegnare il punteggio nel modo seguente: ogni squadra guadagna un punto per ogni carta radice messa nella scatola corretta, mentre perde un punto per ogni carta radice che si trova in una scatola sbagliata. Vince la squadra che totalizza il punteggio maggiore.
Mentre giocano a Radici in scatola gli studenti si rendono conto che, avendo solamente $5$ minuti a disposizione, non riusciranno certamente a collocare tutte le $20$ carte radice. È quindi necessario utilizzare un po’ di strategia, dando prima uno sguardo di insieme a tutte le carte radice a disposizione e identificando quelle per cui è più semplice stimare il valore. Questa riflessione risulta molto utile anche per affrontare le verifiche, dove conviene sempre iniziare a leggere tutte le consegne e poi partire svolgendo per primi gli esercizi che si ritengono più semplici.
Inoltre, dal momento che la scelta di quali siano le carte radice più semplici è ovviamente soggettiva, il gioco stimola il confronto: sarà bello vedere i vostri studenti discutere animatamente di Matematica per cercare di convincere i compagni di squadra delle proprie idee!

In Zona Matematica, nell’area dedicata al gioco, potete trovare le carte radice.
Vai all’area “Gioco” del I grado
Vai all’area “Gioco” del II grado – I biennio

Leggi anche

Una riflessione sugli ultimi anni: analisi quantitativa della dispersione scolastica pre e post-pandemia
“Doremat - La musica della matematica”: simmetrie e traslazioni
Calcolo delle probabilità e gioco d'azzardo, un'esperienza diretta
I numeri di Natale: un'attività ludico-didattica per le feste
Distanze al volo: un gioco per ripassare il teorema di Pitagora
Esercizi all’asta