Il tiro a segno del ripasso matematico

Il tiro a segno del ripasso matematico

Eccoci pronti per cominciare con un nuovo anno scolastico, con la consapevolezza di dover recuperare la concentrazione delle ragazze e dei ragazzi che, dopo tre mesi di vacanza, faranno certamente un po’ fatica a rimettersi nell’ottica dello studio in generale e di quello della matematica in particolare. 

Per provare ad alleggerire un po’ la fatica del rientro, rivedendo al tempo stesso gli argomenti che studentesse e studenti avrebbero dovuto ripassare facendo i compiti delle vacanze, potete provare a proporre un’attività ludico-didattica simpatica ma estremamente efficace per un ripasso metodico

Procuratevi $19$ bicchieri di carta e graffettateli insieme in modo da formare una sorta di bersaglio di forma pseudo circolare con $19$ buche. Preparate $9$ piccoli cartoncini con su scritti i numeri $1$, $2$, $3$ (tre cartoncini per ogni numero). Posizionate a caso i cartoncini sul fondo dei bicchieri in modo tale che il numero non sia visibile e che i bicchieri con i numeri non siano tutti vicini tra loro. Posizionate il bersaglio sulla cattedra e individuate un banco di tiro a una distanza che ritenete ragionevole tenendo conto che giocatrici e giocatori dovranno cercare di centrare le buche lanciando da dietro il banco di tiro.

Dividete la classe in $5$ o $6$ squadre il più possibile equilibrate e, se possibile, costituite tutte dallo stesso numero di persone (circa $4$ o $5$ per squadra). Dopo aver distribuito a tutte e a tutti un foglio A$5$, assegnate a ogni studentessa e a ogni studente uno degli esercizi che avrebbero dovuto svolgere durante le vacanze.

Scegliete degli esercizi ragionevolmente brevi e cercate di assegnarli tenendo conto delle diverse capacità di studentesse e studenti. Il numero di esercizi assegnati a ogni squadra deve essere lo stesso, quindi se una squadra ha un componente in più delle altre, uno degli esercizi potrà essere assegnato a una coppia di membri.

Fate partire il cronometro e lasciate da $10$ a $15$ minuti (a seconda della difficoltà degli esercizi e del livello della classe) durante i quali studentesse e studenti dovranno scrivere sul foglio A$5$ che è stato dato loro il proprio nome e lo svolgimento dell’esercizio. Nel caso in cui una studentessa o uno studente non fosse in grado di svolgere il proprio esercizio può chiedere aiuto agli altri membri della squadra, ma deve comunque scrivere di suo pugno lo svolgimento (possibilmente dopo averlo compreso).

Allo scadere del tempo, studentesse e studenti accartocciano il foglio A$5$ su cui hanno scritto il proprio esercizio (anche nel caso in cui non lo abbiano terminato) e le palline così ottenute vengono posizionate su un banco destinato a raccogliere le munizioni della squadra. 

A questo punto si può procedere con il primo lancio. Scegliete un membro per ogni squadra che, a turno, si posiziona dietro al banco di tiro e lancia una pallina della propria squadra cercando di centrare una buca del bersaglio. 

Chi tira ha $3$ tentativi per centrare una buca: se sbaglia il tiro per $3$ volte consecutive, alla squadra vengono assegnati $3$ punti di penalità. Una volta che tutte le squadre hanno centrato una buca (o preso i $3$ punti di penalità), procedete a estrarre una alla volta le palline di carta. 

Se la pallina è finita in una buca senza numero, viene semplicemente estratta e messa da parte.  Se invece la pallina ha centrato una buca con il numero $n$, chi ha scritto l’esercizio sul foglietto accartocciato deve uscire alla lavagna e ripetere lo svolgimento. 

Quando chi è alla lavagna ha concluso l’esercizio, i componenti di ognuna delle squadre avversarie hanno un minuto di tempo per consultarsi tra loro e scrivere su un foglietto GIUSTO o SBAGLIATO. Tutte le squadre devono esprimersi in merito alla correttezza della soluzione proposta: se una squadra non consegna il proprio foglietto prende $3$ punti di penalità.

A questo punto vengono assegnati i punti nel modo seguente: la squadra che ha lanciato la pallina guadagna $n$ punti se lo svolgimento proposto è corretto mentre in caso contrario prende $n$ punti di penalità. Analogamente, alle squadre avversarie che hanno espresso una valutazione corretta viene assegnato $1$ punto, mentre le altre prendono $1$ punto di penalità. 

Una volta che tutte le buche sono state svuotate, si procede al secondo lancio che deve essere fatto da un membro diverso da quello che ha lanciato nel turno precedente in modo che, alla fine del gioco, tutti i componenti della squadra abbiano lanciato una pallina. 

Vince la squadra che alla fine del gioco ha totalizzato il massimo numero di punti.

Leggi anche

Pitagora, Gauss e Peano
Matematica con fantasia
Un laboratorio di geometria solida con cilindri, tubi e patatine
Il pacchetto misterioso… per un ripasso matematico!
Back to school e matematica... ripensando alle vacanze
Quadrati di buon augurio per iniziare l'anno con gli origami