Back to school matematico: il gioco del ri-passo

Back to school matematico: il gioco del ri-passo

Eccoci pronti a iniziare il nuovo anno scolastico, con la voglia di partire con il piede giusto ma anche con la consapevolezza che gli studenti, durante la lunga pausa estiva, avranno probabilmente dimenticato parte delle cose imparate lo scorso anno. Inutile anche fare troppo affidamento sui compiti delle vacanze, che certamente sono girati sul gruppo WhatsApp della classe. E allora, per far fare ai vostri studenti un veloce ma efficace ripasso, vi propongo un gioco da utilizzare durante le prime lezioni. 

Detto $n$ il numero dei vostri studenti, scegliete $n+1$ esercizi (magari prendendoli proprio dai compiti assegnati per le vacanze) e, per ognuno di essi, create un esercizio molto simile (che nel seguito chiameremo esercizio gemello). Associate in maniera casuale un numero a ogni coppia di esercizi gemelli e costruite (su un cartellone o su un supporto digitale) un percorso chiuso in cui inserirete i numeri associati agli esercizi e altre caselle speciali. Qui trovate il pdf con un esempio di percorso.

Il primo giorno di lezione chiedete a ognuno dei vostri studenti di scegliere una casella con un numero e di scriverci dentro il proprio nome. Scrivete poi il vostro nome nella casella rimasta vuota in modo che a tutte le caselle con un numero corrisponda un nome.

Iniziate voi il gioco svolgendo alla lavagna l’esercizio che corrisponde al numero presente nella vostra casella, coprite poi la casella “usata” con un post-it sul quale avrete scritto un’azione analoga a quelle che trovate nelle caselle speciali e tirate il dado per muovervi lungo il percorso. In particolare, se con il lancio del dado arrivate su una casella speciale, seguite le indicazioni e continuate in questo modo fino ad arrivare a una casella contenente un numero e un nome.

A questo punto lo studente il cui nome si trova nella casella di arrivo dovrà uscire alla lavagna e svolgere come prima cosa l’esercizio gemello a quello che avete appena fatto voi e poi l’esercizio che corrisponde al numero presente nella sua casella. Una volta terminato, lo studente dovrà a sua volta coprire la casella “usata” con un post-it su cui scriverà un’azione a suo piacere e lanciare il dado, muovendosi lungo il percorso per individuare lo studente successivo che dovrà a sua volta come prima cosa risolvere l’esercizio gemello e poi affrontare quello corrispondente al numero che si trova sulla propria casella.

A ogni turno di gioco allo studente interrogato verrà assegnato un punteggio nel modo seguente: chi non riesce a svolgere nessun esercizio prende $-2$ punti, chi ne svolge uno su due prende $1$ punto e chi li svolge correttamente entrambi prende $2$ punti. Nel caso in cui lo studente, non essendo stato attento durante l’interrogazione del compagno che lo ha preceduto, non fosse capace di svolgere l’esercizio gemello, dovrà svolgere direttamente l’esercizio che corrisponde al numero presente nella sua casella. Invece, nel caso in cui lo studente interrogato non fosse capace di svolgere l’esercizio associato alla sua casella, potrete chiedere se tra i compagni qualcuno vuole uscire alla lavagna a svolgerlo. Se uno studente si offre e riesce a svolgere l’esercizio guadagna $1$ punto. Una volta terminato il gioco gli studenti che avranno ottenuto un punteggio maggiore o uguale a $2$ punti verranno premiati: potete scegliere di premiare con cioccolatini, articoli di cartoleria o altro, oppure potete mettere in palio la possibilità di giustificarsi una volta per un’interrogazione o anche offrire mezzo punto in più nella prossima verifica! 

L’idea è quella di stimolare tutti gli studenti a stare attenti durante le interrogazioni dei compagni, eventualmente chiedendo spiegazioni e chiarimenti in modo da essere in grado, qualora interrogati nel turno immediatamente successivo, di svolgere almeno il primo dei due esercizi proposti (che sarà il gemello di quello appena svolto dal compagno precedente). Inoltre, gli studenti che hanno effettivamente svolto gli esercizi assegnati durante le vacanze saranno giustamente avvantaggiati e la possibilità di offrirsi per recuperare o migliorare il proprio punteggio aiuta a mantenere viva l’attenzione anche di coloro che sono già stati interrogati.

Leggi anche

Creatività e immaginazione per superare gli stereotipi della Matematica
Dadi, bilancia e bussola per un anno di Matematica più stimolante e inclusivo
Elezioni e legge elettoriale: un'attività di matematica per il back to school
Ritorno all’alveare: un’attività origami per il back to school
Distanze al volo: un gioco per ripassare il teorema di Pitagora
Il valore strategico di questo nuovo anno scolastico