Poligoni in fila: un gioco per ripassare le formule delle aree

Poligoni in fila: un gioco per ripassare le formule delle aree

Non vi è mai capitato, durante la correzione di una verifica, di trovarvi a contemplare con un misto di stupore e inquietudine le formule bizzarre che gli studenti riescono a utilizzare per calcolare l’area di un trapezio?

Il gioco che vi propongo nasce in uno di questi momenti di contemplazione e ha un duplice obiettivo: ripassare le formule fondamentali per il calcolo di aree di figure elementari e, al tempo stesso, costringere gli studenti a guardare una figura, abituandoli a riconoscere al suo interno poligoni noti, anche se in posizioni non canoniche!

Per giocare dovete preparare 32 cartoncini con sopra disegnati 32 poligoni (molto poco regolari!) con superfici diverse, anche se possibilmente simili. Potete costruire i poligoni a mano, ma risparmierete tempo ed energia utilizzando GeoGebra, che vi permette di spostare i vertici del poligono e di avere immediatamente il valore dell’area corrispondente. In questo modo riuscirete a ottenere con poco sforzo forme curiose come quelle che trovate in figura! Utilizzate poi altri 4 cartoncini per disegnare il simbolo di STOP.

esercizio poligoni

Dividete la classe in 4 squadre e assegnate a ogni squadra 8 poligoni, uno STOP e 8 post-it. Nel primo turno di gioco, ogni squadra ha 3 minuti di tempo per fare le seguenti operazioni:

  • calcolare l’area di ogni poligono, scriverla su un post-it e attaccarlo sul foglietto contenente la figura corrispondente
  • riordinare i foglietti in modo tale che i poligoni compaiano in ordine di area crescente

Nel caso una squadra non riesca, nei 3 minuti concessi, a mettere in ordine tutti gli otto poligoni, può decidere di utilizzare lo STOP. In questo caso verranno presi in considerazione solo i poligoni che si trovano prima dello STOP.

A tempo scaduto assegnate i punteggi nel modo seguente:

  • se la squadra ha calcolato correttamente tutte le aree, e i poligoni sono quindi disposti in ordine di area crescente, guadagna un numero di punti pari alla somma delle aree di tutti i poligoni
  • se la squadra ha utilizzato lo STOP, ma ha calcolato correttamente le aree dei poligoni che lo precedono, guadagna un numero di punti pari alla somma delle aree dei poligoni che precedono lo STOP
  • se la squadra ha sbagliato a calcolare anche solo una delle aree, guadagna zero punti

A questo punto si rimescolano i poligoni e le squadre si scambiano di posto, girando in senso orario, in modo che ogni squadra si trovi a dover riordinare un nuovo gruppo di poligoni.

Il gioco termina dopo quattro turni, in modo che tutte le squadre abbiano avuto modo di riordinare tutti i poligoni. I punteggi ottenuti nei vari turni di gioco si sommano tra loro e vince la squadra che totalizza il punteggio massimo.

Buon divertimento!

Leggi anche

Una riflessione sugli ultimi anni: analisi quantitativa della dispersione scolastica pre e post-pandemia
“Doremat - La musica della matematica”: simmetrie e traslazioni
Calcolo delle probabilità e gioco d'azzardo, un'esperienza diretta
La casetta, gli alberi e il laghetto: chi vale di più? Scopriamolo con gli origami!
Le girandole di Pitagora
Polvere di stelle! Un’attività natalizia con gli origami