Non fare quella faccia: si va in vacanza con l’origami!

Non fare quella faccia: si va in vacanza con l’origami!

Eccoci all’ultimo articolo di quest’anno.

Ho pensato di rallegrare le vacanze estive dei vostri studenti con alcuni spunti di lavori matematici che partono da un modello origami molto simpatico. Nel video che segue potete seguire le istruzioni di piega del modello.

Arriviamo ora alle domande di matematica.

Innanzitutto, viene spontaneo chiedersi quante possibili faccine diverse possiamo ottenere girando gli strati di carta. Le potenze ci permettono di rispondere velocemente ma, se qualche studente ne avesse necessità, può tranquillamente contare le possibilità e magari accorgersi a posteriori della regola matematica che avrebbe potuto fargli risparmiare del tempo.

Per un ripasso di geometria, possiamo invece proporre questa attività.


Figura 1. Emoji e figure geometriche

In Figura 1, a sinistra, si può vedere come appare la distribuzione delle “porzioni” di emoji utilizzati una volta riaperto il modello. Ogni studente può allora fare questo esercizio:

  1. Inizia a piegare un nuovo foglio, riaprilo alla fine della piegatura e riappoggialo sul tavolo capovolgendolo (“voltando la frittata”).
  2. Al posto degli emoji, disegna a tuo piacere alcune figure geometriche (In Figura 1, a destra, si può vedere una mia scelta). 
  3. Capovolgi di nuovo la figura e finisci di piegare il modello.

Ora, variando le aperture delle alette, ogni studente otterrà varie figure geometriche composte.

Partire dal foglio aperto crea figure inaspettate perché non è semplice controllare la posizione finale delle figure di base. 

In Figura 2 si può vedere una composizione ottenuta dalle mie scelte.


Figura 2. Modello con figure geometriche

Le composizioni possono via via essere copiate sul quaderno. I ragazzi potranno descriverne una scomposizione in figure semplici (nella Figura 2 abbiamo due quadrati e due quarti di cerchio), indicarne gli eventuali assi o centri di simmetria (nella Figura 2 abbiamo un centro di simmetria), calcolarne perimetro e area

Potete fare eseguire anche più volte l’esercizio chiedendo di usare solo alcune figure (per esempio solo triangoli o solo quadrilateri).

Leggi anche

Geometria al telefono
Il valore dei dati e la loro corretta interpretazione per comprendere la realtà
Un bruco continuo e differenziabile
Dai rapporti alle percentuali: riprendiamo quanto già sappiamo?
Peer education: facciamola in vacanza!
Le simmetrie, tutte intorno a noi