“Motivare, Coinvolgere, Divertire con la Matematica”, al via l’edizione 2019

“Motivare, Coinvolgere, Divertire con la Matematica”, al via l’edizione 2019

Per l’edizione 2019 le giornate formative gratuite sulla didattica della matematica approdano in Lombardia (15 febbraio), Sicilia (27 febbraio) e Veneto (8 marzo).


Torna per la quinta edizione l’attesissimo ciclo di convegni gratuiti sulla didattica della matematica “Motivare, Coinvolgere, Divertire con la Matematica” promosso da De Agostini Scuola, in qualità di Ente Formatore accreditato MIUR.

L’iniziativa, rivolta ai docenti di matematica della scuola secondaria di primo e secondo grado, farà tappa a Bergamo (14 febbraio), Palermo (27 febbraio) e Treviso (8 marzo).

La formazione matematica per l’educazione alla cittadinanza: strategie didattiche per il coinvolgimento attivo e inclusivo degli studenti” è il messaggio guida dell’edizione 2019 che vede la partecipazione dei massimi esperti in didattica della matematica (Rosetta Zan, Pietro Di Martino, Giorgio Bolondi, Paola Morando), autori di corsi di matematica di grande successo per la scuola secondaria di primo e secondo grado (Leonardo Sasso, Claudio Zanone, Luigi Ferrando) e la partecipazione straordinaria dell’astrofisico e divulgatore scientifico social Luca Perri, che aprirà i lavori dimostrando come i più disparati mestieri (make up artist, ornitologo, responsabile della sicurezza in uno stadio e wedding planner) abbiano tutti qualcosa in comune: la matematica.

Secondo lo scienziato “viviamo in un Paese in cui i cittadini possono dire con orgoglio di non sapere nulla di matematica, senza rischiare di essere biasimati. Una situazione del tutto anacronistica, oltre che autolesionista. Nel mondo di oggi la matematica, così come le scienze, sono sempre più presenti nella nostra vita quotidiana. Anche all’interno di professioni che apparentemente nulla hanno a che fare con essa. È arrivato il momento di invertire la tendenza. Ma per farlo bisogna far appassionare sempre più gente alla matematica, permettendole di scoprirne la bellezza.”

Quest’anno, l’interazione tra i relatori e i docenti è particolarmente incentivata, a partire dalla raccolta di domande già in fase di iscrizione per una sessione speciale di domande-risposte con Paola Morando (per il primo grado) e Leonardo Sasso (per il secondo grado) durante il convegno.

I docenti, nella sessione plenaria del mattino, approfondiranno il ruolo fondamentale dell’insegnamento della matematica nell’educazione alla cittadinanza, la didattica per competenze, lo sviluppo delle competenze digitali, l’argomentazione come traguardo di competenza dell’educazione matematica.

Nel pomeriggio, gli insegnanti passeranno dietro ai banchi, suddivisi per grado scolastico, per prendere parte attiva ai laboratori pratici e per sperimentare le ultime applicazioni della tecnologia digitale per la didattica: il “tinkering” per lo sviluppo dell’apprendimento creativo nella scuola secondaria di primo grado, l’uso di GeoGebra e della calcolatrice grafica con Texas Instruments per la scuola secondaria di secondo grado.

Grazie alla collaborazione con Google, saranno presentate attività didattiche collaborative per la condivisione delle risorse e per l’acquisizione di strumenti utili a facilitare la comunicazione con e tra gli studenti.

A grande richiesta verranno proposti anche laboratori dedicati all’utilizzo del gioco come leva motivazionale nell’insegnamento della matematica e degli origami per comprendere i principi della matematica e le ultime frontiere della robotica e del pensiero computazionale.

Non mancheranno workshop dedicati al recupero e al ruolo positivo dell’errore nella didattica, all’apprendimento cooperativo e interventi volti a stimolare la curiosità e il piacere dell’apprendimento grazie  all’interpretazione della realtà attraverso la lente della matematica.

Sulle Prove INVALSI, il professor Giorgio Bolondi dedicherà un workshop al concetto di “competenza” in matematica mentre, sull’Esame di Stato, gli autori Leonardo Sasso e Claudio Zanone proporranno percorsi didattici per preparare al meglio gli studenti alla nuova seconda prova mista di matematica e fisica.

Infine, uno specifico workshop sulla fisica sarà condotto, tra gli altri, dal docente e celebre YouTuber Elia Bombardelli, con attività didattiche e videoesperimenti per rendere la fisica divertente, interessante e utile per interpretare i fenomeni che ci circondano nella realtà di tutti i giorni.

La partecipazione ai convegni è gratuita previa iscrizione sul sito http://convegni.deascuola.it/ e sulla nuova piattaforma ministeriale S.O.F.I.A (www.istruzione.it/pdgf/) e prevede l’esonero ministeriale e il rilascio dell’attestato di partecipazione valido ai fini dell’aggiornamento.

 

 

Leggi anche

Scomponendo e componendo una girandola
La matematica che ci circonda e non vediamo
Videogiochi e matematica: un'attività per introdurre il piano cartesiano
Ascissa o ordinata? Giochiamoci su!
#MCDMatematica: Una matematica nuova per esploratori creativi