Facciamo i conti a colazione

Facciamo i conti a colazione

Con gli alunni della classe prima di scuola secondaria di primo grado è sempre interessante lavorare su questioni quotidiane che coinvolgono la Matematica e fanno riflettere su economia ed ecologia. Lo scorso anno avevamo affrontato l’argomento inerente il consumo dell’acqua in bottiglia, del rubinetto o di fonte. Quest’anno, per conoscerci meglio, abbiamo parlato di “colazione” raccogliendo le abitudini degli studenti. Lo stesso argomento può essere trattato con gli alunni delle classi seconde quando in Scienze si affronta l’alimentazione.

Da un breve sondaggio abbiamo scoperto che molti alunni bevono il succo di frutta per colazione o durante gli intervalli scolastici. Questa bevanda si trova spesso in contenitori molto diversi tra loro: i brick a forma di parallelepipedo o quelli a forma di piramide oppure le bottigliette di vetro con tappo in alluminio. 

Per poterli paragonare dal punto di vista economico, si è individuata la capacità di ciascuno di questi contenitori e abbiamo indagato sui prezzi di mercato. Abbiamo scelto il gusto “pesca” per avere omogeneità nella tipologia di succo.

TipologiaTetra PakVetroTetra Pak
Capacità singolo contenitore$100$ ml$125$ ml$200$ ml
Confezione di venditaconfezione da $8$ brickconfezione da $6$ bottiglieconfezione da $3$ brick
Prezzo di vendita€ $2,60$ € $3,42$€ $1,20$

Dopo la ricerca delle informazioni, per effettuare un confronto reale dei costi abbiamo cercato di determinare il prezzo al litro nei tre casi presi in esame, così da avere un termine di paragone corretto. Ricordata l’equivalenza $1$ℓ $=1000$ millilitri, abbiamo deciso di operare dividendo il prezzo di vendita per il totale dei ml della confezione in modo da ottenere il prezzo al millilitro e successivamente moltiplicando per 1000 il risultato per avere l’informazione cercata. 

Nella tabella che segue sono riportati i calcoli effettuati, ci siamo fatti aiutare dalla calcolatrice esclusivamente nel calcolo della divisione.

Totale ml confezione$100\times 8=800$$125\times 6=750$$$200\times 3=600$$
Divisione spesa per ml$2,60:800=0,00325$$3,42:750=0,00456$$1,20:600=0,002$
Prezzo al litro$0,00325\times 1000=3,25$ €/ℓ$0,00456\times 1000=4,56$ €/ℓ$0,002\times 1000=2$ €/ℓ

Queste operazioni ci hanno permesso di ripassare le regole di calcolo sia con i numeri interi che con i decimali.

Abbiamo pertanto concluso che l’acquisto più vantaggioso dal punto di vista economico è la terza scelta in quanto il prezzo al litro risulta inferiore agli altri.

Il discorso si è poi spostato sulle diverse capacità dei contenitori e quindi sulla possibilità che $200$ ml di succo possano essere troppi per alcuni ragazzi (in particolare facendo riferimento all’alta percentuale di zucchero che si trova in queste bevande) e che la scelta può quindi essere orientata verso confezioni più piccole. Così è nata la discussione riguardo il materiale con cui i contenitori sono prodotti e ci siamo chiesti se fosse più sostenibile/ecologica la confezione in Tetra Pak o in vetro.

Cercando informazioni da fonti attendibili cartacee e online, come per esempio questo articolo di Focus, siamo arrivati alla conclusione che ci sono pro e contro per ogni scelta: il vetro è pesante e ingombrante, ma ha una filiera di riciclaggio più stabile e affidabile di quella del Tetra Pak, che a sua volta però è molto leggero e molto compatto e si sta evolvendo sempre più verso una maggiore sostenibilità ambientale. Dobbiamo quindi essere attenti alla lettura delle etichette delle confezioni e preferire ciò che ci sembra più facilmente riciclabile o con un’elevata quota di materiali rinnovabili.

L’impossibilità di fornire una risposta certa ci ha anche portato a riflettere sulla “complessità” delle problematiche e a sottolineare la necessità di evitare banalizzazione ed eccessiva semplificazione dell’approccio ai problemi ambientali.

Parlare di colazioni ci ha così portato a fare Aritmetica ma anche a pensare a come aiutare il nostro Pianeta facendo alcune piccole attenzioni in più quando facciamo la spesa.

Leggi anche

Qual è la città più vicina? Pianificare i servizi regionali con il diagramma di Voronoi
Mettiti in gioco con la Matematica
Dalle frazioni ai numeri decimali
Matematica di Halloween: il censimento dei fantasmi
Elezioni e legge elettoriale: un'attività di matematica per il back to school
Matematica quotidiana: lo scontrino della spesa