Il labirinto

Il labirinto

Il gioco che vi propongo si inserisce in una serie di attività per la didattica a distanza che sto sviluppando in questo periodo, nel tentativo di evitare di tenere i nostri studenti passivamente inchiodati davanti allo schermo a guardare l’ennesima videolezione.

In questo momento più che mai è fondamentale stimolare i ragazzi a studiare insieme (a distanza), magari a piccoli gruppi, aiutandoli così anche a recuperare quell’aspetto di socialità quotidiana che è certamente tra i più penalizzati dalla didattica a distanza.

ll gioco, che ben si adatta a qualsiasi tipo di contenuto (matematico e non), richiede la preparazione (o il riciclo!) di 24 domande a scelta multipla. Lo strumento da utilizzare è un modulo di Google, che ormai molti di voi conosceranno, nel quale si sfrutta la funzionalità che permette di differenziare il “percorso” all’interno del modulo a seconda della risposta data ad ogni singola domanda. In questo modo potete facilmente creare un labirinto, dal quale gli studenti, divisi a squadre, dovranno cercare di uscire nel minor tempo possibile. 

Per costruire il gioco, come prima cosa fate uno schema del percorso all’interno del labirinto. In allegato ve ne propongo uno che ho utilizzato per i miei studenti, ma ovviamente ognuno può sbizzarrirsi e crearne di propri, variando anche il numero di domande. Il secondo passo è caricare le domande sul modulo, avendo cura di inserire una domanda per ogni sezione, a eccezione della prima sezione nella quale dovrete caricare due domande: la prima dovrà contenere l’indicazione che quello è l’ingresso del labirinto e la richiesta di inserire il nome della squadra, la seconda sarà invece la prima domanda di contenuto matematico. Analogamente, la sezione $25$ dovrà contenere l’informazione che si è arrivati all’uscita del labirinto e una qualsiasi domanda (ma non di matematica!) con due possibili risposte (per esempio, potete chiedere se il numero di componenti della squadra è pari o dispari) a entrambe le quali sarà associata la possibilità di inviare il modulo.

Una volta inserite tutte le $25$ sezioni, cliccando sui tre puntini che trovate in basso a destra in ogni domanda attivate la modalità che vi permette di rimandare a una sezione specifica del modulo a seconda della risposta scelta e collegate le singole risposte alle domande successive secondo lo schema del labirinto che vi siete fatti. Nello schema che vi propongo la freccia verde corrisponde alla risposta corretta, mentre la freccia rossa corrisponde a una qualsiasi risposta errata. 

Per giocare, come prima cosa formate le squadre in maniera equilibrata e chiedete agli studenti di ogni squadra di scegliere un nome e di creare un gruppo WhatsApp. Ogni squadra dovrà inoltre eleggere un caposquadra che sarà il responsabile del modulo: dovrà, di volta in volta, fotografare e inviare sul gruppo le domande e, dopo aver raccolto i suggerimenti degli altri componenti della squadra, inserire le risposte nel modulo.

Fatto questo, inviate il link del modulo ai ragazzi e fate partire la gara. Ogni squadra si muoverà all’interno del labirinto in modo diverso a seconda delle risposte date alle singole domande. In particolare, ogni risposta errata corrisponderà a una svolta sbagliata e più errori commetterà una squadra, più lungo sarà il suo cammino all’interno del labirinto. 

Ogni volta che una squadra ripasserà dalla stessa domanda, se ne renderà immediatamente conto perché troverà già segnata la risposta data durante il passaggio precedente. In questo modo i compagni di squadra si troveranno a ridiscutere sulle scelte fatte, confermandole o cambiandole per prendere una direzione diversa!

Vince la prima squadra che trova l’uscita del labirinto. Potete stabilire la squadra vincitrice semplicemente verificando l’orario di consegna del modulo. 

Leggi anche

Un bastimento carico di… triangoli
Sfatiamo qualche mito in Matematica: è proprio necessario fare tutto?
Amori impossibili: il gioco matematico perfetto per il ritorno sui banchi